3 MOTIVI per il NO

Comitato referendario per il NO al referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020

Perché NO!

Il Comitato "3 MOTIVI per il NO" nasce per promuovere il voto "NO" nel referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020, confermativo della riforma varata con Legge Costituzionale pubblicata in G.U n. 240 del 12/10/2019, con particolare riferimento a 3 MOTIVI, selezionati tra le tante buone ragioni per opporsi alla riforma, in quanto illustrano indubbi e clamorosi svantaggi derivanti dalla riduzione dei parlamentari, che potrebbero essere al più controbilanciati da ipotetici (e invero inesistenti) vantaggi, ma che non possono assolutamente essere negati.

I 3 MOTIVI sono stati inoltre individuati in ragione del fatto che risultano agevolmente comprensibili da tutto il Popolo italiano, in quanto pressoché privi di elementi di carattere tecnico e, perdipiù, palesemente di grande rilievo e impatto emotivo, dunque utili alla battaglia referendaria.

Umberto Terracini

Presidente dell'Assemblea Costituente

Non è... che si vorrebbe conservare l'attuale numero dei deputati per rispetto ad una tradizione, ma perché la diminuzione del numero dei componenti... sarebbe in Italia interpretata come un atteggiamento antidemocratico, visto che, in effetti, quando si vuole diminuire l'importanza di un organo rappresentativo s'incomincia sempre col limitarne il numero dei componenti, oltre che le funzioni.  

I 3 MOTIVI

 

Territori senza eletti

Un regalo alla "Casta": i cittadini condannati a scegliere il "meno peggio"

Un Parlamento sempre più scadente

Storia del numero dei parlamentari

dalla Costituente alla riduzione desiderata dalla P2

info@3motiviperilno.it